TRUCCO VERDE ACQUA DI “RECUPERO”!!

Ciao a tutte e tutti!

Questo è il make up che propongo oggi..

verde acqua 1

Sarà successo sicuramente a tutti, almeno una volta nella vita, di acquistare un cosmetico e rimanerne in qualche modo insoddisfatti.. e oggi vi voglio raccontare la mia esperienza deludente con due prodotti:

  • la eye pencil 107 di kiko, swatchata sulla mano in negozio questa matita occhi appariva di uno splendido verde albero di Natale intenso e brillante, ma una volta a casa provandola sull’occhio diveniva un verde semitrasparente di cui si vedevano solo i brillantini, che non avrei assolutamente mai preso se avesse mostrato subito la sua vera natura, ma si sa che quando si fa uno studio illuminotecnico su un negozio l’obbiettivo che si vuol raggiungere è quello di far apparire i colori più intensi e vibranti di quello che sono in realtà ai fini della vendita;
  • l’ombretto mono n° 49 Cool Breeze di essence, mi colpì appena lo vidi perché da tempo cercavo un celeste completamente opaco e continuavo a vederne in giro solo di shimmer, metallizzati, perlati, effetto bagnato, ecc.. ma arrivata a casa ecco che mi accorgo del piccolissimo difetto non proprio trascurabilissimo che aveva: sull’occhio non scriveva, ho provato anche ad applicarlo su una base bianca che dovrebbe intensificarne il colore e invece niente dopo dieci minuti il celeste se ne andava via.

Premetto che questi due prodotti sono con me da diverso tempo, ma che ancora non ero riuscita a sfruttare in modo soddisfacente, ma io sono una che non demorde e che non butta via mai niente a meno che non sia deteriorato, sono del parere che si deve cercare di ricollocare le cose, vederle sotto una prospettiva diversa, per cui ieri mi son detta d’accordo non ho una matita verde, non ho un ombretto celeste opaco, ma in qualche modo devo reinventarmi quello che ho!!

Per cui ho pensato di utilizzare insieme quella matita e quell’ombretto che presi singolarmente non m soddisfacevano affatto e scopro che abbinati danno il meglio di sé!!

Adesso vi racconto come sono riuscita a dar loro nuova vita…

Dopo aver steso la mia base abituale su tutta la palpebra ho sfumato con un pennello ampio il solito ombretto crema opaco, Butterfly della palette Elegantissimi di neve cosmetics, poi con pennello da sfumatura più piccolo ho applicato appena sopra alla mia piega naturale dell’occhio (questo perché dà l’impressione di avere una palpebra fissa un po’ meno cadente, in quanto utilizzando sulla palpebra mobile colori molto accesi e decisi, questo difetto va ad accentuarsi!!!) un color nocciola leggermente satinato, Noisette sempre della Elegantissimi, sfumando poi verso l’arcata sopraccigliare.

A questo punto vado ad applicare la matita verde n° 107 di kiko dall’attaccatura delle ciglia fino a metà palpebra mobile creando una sorta di triangolino in corrispondenza dell’angolo esterno e poi sfumo col polpastrello verso la piega e verso l’esterno.

Va benissimo utilizzare i pennelli, ma non scordiamoci mai che madre natura ci ha dotato delle dita che sono i nostri pennelli “naturali” e per alcuni scopi sono addirittura più efficaci di qualsia si pennello, ad esempio per stendere i prodotti cremosi, come matite ed ombretti in crema, in quanto il calore del dito scalda il prodotto e ciò aiuta a distribuirlo meglio, in questo modo sarà più difficile che si creino macchie dovute ad eventuali accumuli di colore.

Dopodiché applico, a matita non ancora del tutto asciutta, l’ombretto celeste opaco, Cool Breeze il n°49 di essence, dove ho applicato precedentemente la matita e lo sfumo verso la piega e verso l’esterno.

Dalla sovrapposizione di questi due colori insulsi inaspettatamente si ottiene un verde acqua veramente particolare e intenso!

Se necessario riapplico nuovamente il color nocciola in corrispondenza della “falsa piega” che ho creato per intensificarla e vado a sfumare bene il punto di contatto tra il verde acqua e il marroncino, dopo aver scaricato un po’ il pennello su un fazzolettino.

Poi con un pennellino angolato stendo, a mo’ di eyeliner, un ombretto in crema di un bel turchese/petrolio intenso, l’eyeshadow sorbet n° 03 – Life is a freeride di una edizione limitata essence dell’anno scorso la Snow Jam, all’attaccatura delle ciglia facendo una riga il più fine possibile che termina con una codina altrettanto fine di media lunghezza.

Infine stendo sulle ciglia superiori il mio mascara ultra allungante e rinfoltente con Carbon-Black e vitamina E di Bottega Verde, sulla rima interna per illuminare lo sguardo una matita taupe/malva shimmer, il pastello Cincillà/Beige di neve. Ah.. dimenticavo.. come blush ho usato un albicocca opaco molto modulabile e delicato, Delhi sempre di neve.

verde acqua 4

E questo è il risultato finale..

verde acqua 2      verde acqua 3

Morale della favola: mai disperare su quello che non si ha, ma cercare sempre di riutilizzare quello che si ha e farlo in maniera creativa, cercando alternative senza pregiudicare niente semplicemente perché non ci soddisfa al 100%. Voi che ne pensate?!

Ciao! Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...