BLUSH MINERALI PART 2

Ciao ragazze!

E rieccoci qui a parlare di blush, per leggere la prima parte, in cui parlo dei blush pescati/corallo, cliccare qui BLUSH MINERALI PART 1, oggi parlo di blush rosati a sottotono freddo (rispetto a quelli dell’altra volta).

IKEBANA
IKEBANA

Ikebana è uscito con la “Kawaii Japan”, la collezione primavera/estate del 2011, è un marroncino rosato dal sottotono freddo tendente al malva, dall’effetto molto naturale e quando si indossa trovo che regali eleganza al volto, mi piace un sacco!!

Questo blush è molto pigmentato e ne basta una piccola quantità per entrambe le guance, ma si sfuma davvero bene e per questo lo utilizzo spesso sia di giorno che di sera, soprattutto nell’autunno/inverno, ma tutto sommato è carino anche in primavera.

Il finish di Ikebana è matte, come riporta il sito nella descrizione: <<più opaco che mai>>, è lip safe cioè può essere applicato anche sulle labbra, oltre che su viso ed occhi.

Unito al burro cacao crea un rossettino intenso ma fine allo stesso tempo; come ombretto è perfetto per dare profondità all’occhio applicato sulla piega e all’angolo esterno.

Può essere utilizzato Wet & Dry, in genere io perferisco usarlo asciutto, nonostante risulti carino anche con l’applicazione bagnata, ma non ne vedo una estrema necessità dal momento che ha una buonissima scrivenza anche da asciutto!

Ingredienti: ●●Titanium Dioxide C.I. 77891, un colorante cosmetico;●●Mica C.I. 77019 , un opacizzante;●●Iron Oxide C.I. 77491, un colorante;Carmine C.I. 75470, un colorante.

STARLET
STARLET

Starlet è uscito di recente con la “Twenties Icon”, la collezione autunno/inverno del 2013, ha un colore molto particolare tra il rosa antico scuro e il rosa mattone chiaro, dall’effetto abbastanza naturale, per questo motivo lo uso indifferentemente di giorno o di sera.

Questo blush ha una scrivenza buona ed è sufficente una modesta quantità per entrambe le guance, si sfuma veramente bene ed è molto modulabile, lo vedo adattissimo per l’autunno/inverno ma non per l’estate, tuttalpiù per la primavera.

Il finish di Starlet è matte, come riporta il sito nella descrizione: <<più opaco che mai>>, non è lip safe, ma può essere applicato su viso ed occhi.

Anche se dal produttore non è consigliato l’impiego sulle labbra, non ho resistito ed ho provato ad unirlo al burro cacao, risultato?! Un rossettino davvero sfizioso e luminoso! Come ombretto è molto carino anche monocolore sulla palpebra mobile e sfumato bene nella piega. ..praticamente con questo blush si riesce a realizzare un make up completo!!

Può essere utilizzato Wet & Dry ed è carino in entrambe le modalità.

Ingredienti: ●●Mica C.I. 77019, un opacizzante; ●●Iron Oxide CI 77491, un colorante cosmetico; ●●Titanium Dioxide CI 77891, un colorante; Ultramarine Blue/Violet CI 77007, un colorante.

Come avrete notato ho una marcata predilezione per i blush opachi, non amo particolarmente avere brillantini sul viso, ma non potevo non concerdermene neanche uno più frivolo.. uno satinato ce l’ho anche io!

06 BUBBLEGUM
BUBBLEGUM

 

Bubblegum, uscito più o meno quattro anni fa’, è una via di mezzo tra un rosa barbie carico e un vivace color ciclamino dal sottotono freddo, anche se mi ricorda gli anni 80! tutto sommato non è affatto male!!

Questo blush è pigmentato e per raggiungere l’intensità desiderata consiglio di prelevare pochissima polvere per volta e sfumare bene stratificando eventualmente il prodotto, altrimenti si creeranno zone più riflettenti di altre.

Nel sito la descrizione recita: <<la texture satinata/luminosa senza brillantini evidenti>>, non sono particolarmente d’accordo con questa affermazione! Quando decisi di ordinarlo questa frase mi rassicurò molto, convincendomi ad acquistarlo, tanto più che sempre sul sito diceva che il finish è satinato. Ma quando ho aperto la jar ho visto una miriade di brillantini che hanno frenato parte del mio entusiasmo originario, applicandolo mi sono resa conto che il risultato non era così tragico come mi aspettavo in quanto il colore di base dona un bell’effetto sano e riposato al viso, in più è arricchito da pagliuzze che catturano la luce rendendolo molto luminoso. Ma da qui a sostenere che queste particelle non siano evidenti ci corre una cieca de’, come dicono a Livorno; perdonate l’espressione, mi esprimo in italiano: tra la non evidenza e l’effetto che fa sulle guance questo blush c’è una bella differenza!!

Per questo motivo Bubblegum è il blush che uso meno tra tutti questi, riesco ad utilizzarlo in due circostanza diversissime tra loro e cioè nelle calde serate d’estate, stratificandolo un po’ in modo da raggiungere l’intensità che desidero, insistendo un po’, e in quelle giornate invernali con luce fredda e diffusa, simili all’atmosfera dei film della saga Twilight, applicandone una piccolissima quantità e sfumandolo bene. Un grande pregio di questo blush è la modulabilità, con Bubblegum si riesce ad ottenere effetti anche molto diversi, scusate il gioco di parole, anche senza cambiare pennello per l’applicazione variando semplicemente la quantità di polvere applicata o la leggerezza della mano con cui si stende.

Questo blush non è lip safe e può essere applicato su viso ed occhi, per una sera d’estate è carino anche come ombretto, abbinando colore di occhi e guance. Può essere utilizzato Wet & Dry, ma lo prediligo asciutto.

Ingredienti: ●●Mica C.I. 77019, un opacizzante; ●●Titanium Dioxide C.I.77891, un colorante cosmetico; Carmine C.I. 75470, un colorante; ●●Kaolin C.I. 77004, un colorante; ●●Zinc Oxide C.I. 77947, un colorante; Ultramarine Blue/violet C.I. 77007, un colorante.

Tra tutti questi blush la maggior parte non sono Vegetarian & Vegan, in quanto contengono Carmine, tra questi l’unico che fa al caso delle amiche vegetariane e vegane è Starlet.

E adesso è giunto il momento di fare un po’ di classifiche..

Per quanto riguarda la SCRIVENZA, partendo dal più pigmentato:

  1. Bombay
  2. Origami
  3. Ikebana
  4. Starlet
  5. Bubblegum
  6. Delhi.

 

Per quanto riguarda la SFUMABILITA’, partendo dal più semplice al più problematico:

  1. Delhi
  2. Ikebana
  3. Origami
  4. Starlet
  5. Bubblegum
  6. Bombay

 

Per quanto riguarda la TENUTA, partendo dal più durevole sulla pelle:

  1. Ikebana
  2. Origami
  3. Starlet
  4. Bombay
  5. Bubblegum
  6. Delhi.

 

Ovviamente queste sono le mie modeste opinioni, che non sono incontrovertibili, fatemi sapere anche come vi siete trovate voi, le vostre riflessioni e le vostre obiezioni naturalmente, perché mi interessano. ..il confronto nella vita arricchisce e fa crescere!

Gli swaches del secondo round:

 

2 LUCE NATURALE
con luce naturale

 

2 LUCE ARTIFICIALE
con luce artificiale

 

Come per lo scorso post, B sta per applicazione Bagnata e A per quella Asciutta.

E infine vi lascio qualche swatch comparativo che li riassume entrambi.

 

con luce naturale
con luce naturale

 

con luce artificiale
con luce artificiale

 

E questo è finalmente tutto..

Se volete seguirmi sulla mia pagina facebook vi lascio il link:

https://www.facebook.com/mercurymakeup14?fref=ts

Spero che questi due post possano esservi stati utili per orientarvi un po’ nel mondo dei blush minerali!

Ciao! E al prossimo post!

Annunci

Un pensiero su “BLUSH MINERALI PART 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...