BIO-ACQUISTI SKIN CARE IN GRECIA parte 2

Buon pomeriggio ragazze!

Oggi proseguo con la preannunciata serie dei miei acquisti con I.N.C.I. accettabile fatti durante la mia vacanza a Kalymnos, isoletta greca dell’arcipelago del Dodecaneso!

20150608_111802

Se vi siete persi la prima puntata, vi lascio il link qui accanto: BIO-ACQUISTI SKIN CARE IN GRECIA

Oggi voglio raccontarvi di alcuni pensierini che ho preso per delle amiche in giro per l’isola, approfittando di una mattinata un po’ nuvolosa e bigia. 😉

Dunque il lunedì avevamo fatto l’Island Tour con tanto di guida locale in inglese, che ci ha mostrato l’isola da un punto di vista particolare che da soli non avremo mai potuto comprendere e apprezzare così a fondo, ma ovviamente come in tutte le gite organizzate non si ha mai il tempo di potersi soffermare troppo. Comunque avevo adocchiato alcuni negozietti molto molto carini, in cui abbiamo deciso di tornare il giorno seguente visto il tempo infausto! 🙂

 

20150608_111835
Il Fiordo di Vathy con vista della florida vallata retrostante

La prima tappa del martedì mattina è stata Vathy, il Fiordo di Kalymnos, una profonda insenatura nel Mar Egeo che conduce a una valle rigogliosa. Si tratta del maggiore centro agricolo dell’isola, in cui abbondano ulivi, aranci e melograni, un posto davvero tranquillo, in cui comunque vi era un grazioso bistrot che vendeva tutti prodotti tipici locali in cui abbiamo acquistato dell’ottimo miele di timo 😛 ed un negozietto di saponette fatte a mano prodotte a partire dalle olive raccolte nella valle.

20150613_074823

Mi incuriosii ed entrai, leggendo il loro I.N.C.I. mi accorsi che oltre ad avere una lista di ingredienti davvero breve: saponified olive oil, water, salt, parfum, citric acid. Proprio come piace a me! 🙂 ..avevano anche una buona formulazione! 😉

Per cui ne ho acquistate un po’ miste, alcune al Miele e al Melograno, altre all’Argan e all’Aloe

IMG-20150625-WA0020

Dopodiché siamo tornati a Pothia, il capoluogo dell’isola, una cittadina abbastanza grande e vivace, in cui il giorno prima avevamo visitato la fabbrica delle spugne, dove il signor Nickolas mostra sempre con gran piacere, a chiunque sia interessato, tutte le fasi di lavorazione che trasformano la spugna naturale da un ammasso nero e duro in un soffice e piacevole batuffolo con cui poter lavare il nostro corpo. 

IMG-20150625-WA0019
Spugna come si presenta appena raccolta dal mare, prima della lavorazione

Sì perché Kalymnos è l’isola delle spugne, una tradizione di antiche origini (oltre 500 anni) che ogni primavera si ripete: i pescatori lasciano l’isola tra molti festeggiamenti e dopo cinque mesi ritornano, il che è motivo per ulteriori grandi celebrazioni proprio perché in passato molti di loro non riuscivano a fare ritorno a casa, mentre adesso grazie alle innovazioni tecnologiche nel settore c’è una mortalità molto più bassa fortunatamente.

collage

Il negozio è davvero molto caratteristico e pittoresco, è possibile trovare una spugna per ogni utilizzo: ce ne sono di ornamentali, per la pulizia del corpo, del viso, delle stoviglie in ceramica, per l’auto.. Insomma di tutto e di più! 🙂

Il Signor Nickolas, che parla anche l’italiano perché ha studiato in Italia, ci ha spiegato che le spugne del mediterraneo sono le migliori a livello qualitativo, niente a che fare con quelle caraibiche che dopo qualche anno tendono a sbriciolarsi. Le più scure (quelle brune in foto) sono le più resistenti e sono praticamente indistruttibili, se tenute bene possono durare anche per 20 anni. Mentre quelle più gialline hanno una vita media più breve, in quanto hanno subito una fase di lavorazione in più, quella dello sbiancamento, che le indebolisce ma sono anche le più morbide e delicate.

20150613_075010

Come potete vedere dalla foto ne ho prese diverse, di varie forme e colori ed ovviamente hanno caratteristiche e funzioni diverse, ma adesso vi racconto tutto con calma…

Per farsi la doccia le più indicate, anche in vista della resistenza, sono quelle brune (al centro in foto) che hanno fori di dimensioni maggiori. Per scegliere la spugna giusta per sé stessi il signor Nickolas ci ha insegnato che la spugna deve essere leggermente più piccola della nostra mano, sia per aver un certo comfort durante la detersione (se troppo grande, la spugna diventa difficile da gestire!) che per riuscire a sciacquarla più agevolmente, in quanto dopo averla usata, affinché duri a lungo, è fondamentale sciacquarla molto bene e a lungo sotto l’acqua corrente.

Mentre per il bagnetto dei bebè le migliori son quelle gialle con una microforatura molto diffusa (quella al centro a sinistra) ed avendo io una pelle molto sensibile, che in alcuni momenti dell’anno diventa estremamente delicata, ho deciso di prenderne anche una di queste per me per quei periodi.

Le ultime dentro i sacchettini (in alto in foto) sono le migliori per struccarsi, sono sbiancate, per cui sono le più delicate, hanno dei forellini piccolissimi ma sono anche molto dense. Il fatto che siano così piccoline le rendono perfette per togliere il make up, perché ci permettono di arrivare bene in ogni angoletto del nostro volto. Poi su consiglio della Signora, la moglie del simpaticissimo Nickolas, che adora quelle brune per struccarsi ma soprattutto per rimuovere le maschere purificanti, ho deciso di prenderne anche una bruna piccolina (in foto quella più in basso di tutte le altre) per me, così potrò confrontarle e capire qual è realmente la migliore per la mia pelle problematica.

Ragazze mi sento di sottolineare però che se siete vegane questo genere di prodotto non fa per voi, vi ricordo che le spugne non sono esseri appartenenti al mondo vegetale marino, anzi sono degli animali esattamente come i coralli.

 

E anche per questa seconda puntata questo è tutto.. nella prossima vi mostrerò esclusivamente prodotti che ho preso per me! 😉

Per passare alla puntata successiva cliccare qui: BIO-ACQUISTI SKIN CARE IN GRECIA parte 3

Come al solito fatemi sapere che ne pensate!

Vi ricordo che potete seguirmi anche sulla pagina facebook:

https://www.facebook.com/mercurymakeup14?ref=hl

Ciao! ..e al prossimo post!

Annunci

7 pensieri su “BIO-ACQUISTI SKIN CARE IN GRECIA parte 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...