Tag: QUANTO CONTA L’INCI?

Buon pomeriggio ragazze!

Oggi rispondo a un tag molto simpatico che ha un tema a me molto caro: l’importanza dell’INCI nella scelta di un prodotto. Come sapete sono una BioBlogger e questo tag è perfetto per me! :mrgreen:

taginci

Ringrazio davvero la cara Marian di Eau de rugiada per aver pensato a me ed avermi invitata a partecipare, mi ha dato l’occasione di parlarvi di cose molto importanti, ma anche perché in questo post vi racconto molto di me, anche proprio a livello personale!
Cose che finora non ero pronta a condividere, ma adesso getto la maschera perché voglio raccontarmi davvero, senza filtri, tutta la storia così come è, per cui se ci tenete a scoprila continuate pure a leggere! 🙂

Le regole sono semplici: citare la fonte, che è il blog Cosmetic Mind, e rispondere alle 15 domande. Non è obbligatorio citare il blog da cui è arrivato l’invito ma per me è buona norma farlo, anche perché è un modo per ringraziare la persona che ha pensato a noi nel momento in cui ha deciso di rispondere al tag ed io la vedo un po’ come una forma di cortesia!

Adesso inizio subito a rispondere alle domande, che sono davvero molte e stavolta ho un sacco di cose da dire in merito! 😀

 

01) In che modo hai iniziato ad interessarti ai prodotti bio?

Per rispondere a questo quesito devo raccontarvi la mia storia..

Dunque circa 6 anni fa ho avuto un problema di pelle: per la prima volta è comparsa la psoriasi alla veneranda età di 24 anni, interessando sì zone nascoste come i piedi (area meno colpita inizialmente), ma anche altre in vista come mani e volto (il più colpito 😦 ). Avevo squame di pelle dura come unghia che dopo un po’ si staccavano e cadendo lasciavano intere aree completamente a sangue, sicuramente potete immaginare quanto potesse essere imbarazzante avere queste lesioni sul viso, che erano maggiormente concentrate sugli zigomi, sulle labbra e nelle aree limitrofe alla bocca. Credo di aver consultato più dermatologi in quel periodo che in 30 anni di vita, ma tutti mi visitavano e mi davano lo stesso verdetto: “..è psoriasi, per cui è necessario fare una cura a base di cortisone e applicare una crema con acido salicilico!” Ed io puntualmente e solertemente seguivo tutto l’iter consigliato dal dermatologo di turno per il tempo da lui indicato ma senza risolvere il problema purtroppo. 😦

Dopo sei mesi di tentavi fatti con specialisti diversi senza ottenere significativi miglioramenti, pensai di cercare un alternativa 💡 e fu così che mi sono imbattuta per la prima volta nel mondo del Bio, iniziai a studiare tutto il leggibile sull’argomento alla ricerca di qualcosa che potesse aiutarmi e dopo essermi documentata a fondo misi a punto la mia strategia per contrastare questa secchezza patologica della mia pelle, pensando che tanto alla peggio la situazione sarebbe continuata a peggiorare come già stava facendo pur seguendo i consigli dei dermatologi che mi avevano visitato.
Iniziai ad utilizzare tutti prodotti biologici delicati per la cura del viso (detersione, idratazione e olii per lenire le parti squamose e a sangue) ovviamente in quel periodo non mi truccavo perché ho sempre creduto che fosse buona norma lasciare respirare le parti con quelle lesioni e non andare ad applicarci sopra prodotti che avrebbero potuto creare infezione in quelle parti così esposte, per cui erano già circa 7 mesi che non applicavo né fondotinta, né correttore, né alcunché su tutto il volto. Contestualmente smisi di applicare le creme del dermatologo, in quanto l’unico effetto che aveva avuto un uso così prolungato del cortisone su di me (sebbene si trattasse di un uso esterno e non per ingestione) era stato far insorgere un sacco di allergie alimentari e da contatto, sì perché dovete sapere che il cortisone è un allergenizzante! 😈

Dopo tre settimane le parti a sangue sul viso erano completamente sparite e le squame avevano assunto dimensioni molto più piccole, così decisi di continuare con la skin care biologica che avevo adottato e dopo altre due settimane le squame erano sparite del tutto e questa è stata una grande vittoria per me! 😀 Ho anche potuto iniziare a truccarmi di nuovo e ovviamente in quel momento per me l’unica via sensata è sembrata quella di scegliere anche un make up biologico/naturale!
Ovviamente dopo un periodo così duro la mia pelle era veramente molto provata, anche se le lesioni si erano risarcite tutte, comunque la pelle si era assottigliata proprio tanto soprattutto nella zona degli zigomi, per cui ho avviato un secondo programma che aveva come scopo un’idratazione intensiva del volto e dopo un paio di mesi la mia pelle aveva riacquisito uno spessore e un aspetto pressoché normale. In quel momento erano passati solo tre mesi da quando avevo iniziato ad utilizzare prodotti biologici! Ottimo prestazione no?! Visti i pregressi!!! :mrgreen:

Ho deciso di continuare ancora, visti i risultati raggiunti, su questa strada e a sei mesi dal passaggio al Bio la mia pelle del viso aveva riacquisito una buona densità e aveva riassunto un aspetto del tutto normale!

Per sconfiggere la maledettissima psoriasi sulle mani è stato necessario del tempo in più ma alla fine ce l’ho fatta! L’unica parte del corpo che continua a farmi penare e non poco sono i piedi, da 6 lunghi anni la psoriasi non li ha mai abbandonati e con lei il dolore che causa non è mai cessato, ma adesso sto provando un prodotto diverso e sembrano reagire meglio del solito, se funziona ve ne parlerò in seguito!

Scusate se mi sono dilungata un po’ su questa domanda, ma ci tenevo a raccontarmi completamente!

Il fatto che io abbia deciso di provare una strada alternativa non significa che io creda che andare dal medico quando si ha un problema sia superfluo anzi è importante farlo, ma è anche vero che non tutti gli individui reagiscono ai farmaci nella stessa maniera e quindi se un approccio non funziona, credo che un buon medico sappia riconoscerlo e abbia il dovere di cercare modi diversi per risolvere il problema.

 

02) Qual è stato il tuo primo acquisto bio?

Il mio primo acquisto bio è stato l’olio di jojoba, non ricordo bene neanche di che marchio fosse stato, anche se credo si trattasse di quello de La Saponaria. È un prodotto a cui sono molto affezionata, che compro, utilizzo abitualmente, termino e riacquisto di nuovo, perché permette di tenere a bada perfettamente la secchezza della pelle, è un mio must have per l’inverno! Ed è molto efficace anche perché, tra gli oli, è quello che ha la struttura chimica più simile a quella del sebo umano, per cui è in grado di regolarizzare lo strato idrolipidico dell’epidermide.

 

03) Qual è il tuo ultimo acquisto bio?

L’ultimo invece risale a circa due settimane, una matita labbra di Couleur Caramel, il Crayon yeux et/ou lèvres Protecteur n°10, cercavo qualcosa da abbinare a un rossetto che adoro: Nigritella, il n°07 di Alkemilla, il mio must have dell’estate (anche se ho buoni elementi per credere che lo sarà anche dell’autunno!! 😛 ) e questa matita è perfetta per questo scopo!

 

04) Il prodotto bio di cui proprio non puoi fare a meno?

I prodotti bio di cui non riesco a fare a meno sono veramente tanti, ma se dovessi sceglierne uno solo probabilmente opterei per il Lash Balm di Sante, si tratta di un gel rinforzante per ciglia e sopracciglia che ho acquistato lo scorso inverno quando notai che stavo iniziando a perdere più ciglia del solito, in poco tempo me le ha rafforzate e ne ha arrestato la caduta, ma io continuo ad applicarlo lo stesso come mantenimento del risultato raggiunto, un ottimo prodotto!
Probabilmente ve lo recensirò a breve, perché credo che sia veramente degno di nota! 😉

 

05) Che rapporto hai con le marche da supermercato che si autoproclamano bio?

Credo che non sia importante ma vitale saper leggere un INCI, perché è davvero una giungla.. Tra quelle che si proclamano biologiche, tra quei prodotti che contengono bio nel nome come suffisso o prefisso e poi in realtà l’INCI rivela tutt’altro, bisogna fare un po’ di attenzione!
Se non siete ancora in grado di valutare un INCI da sole, ragazze vi consiglio di farvi aiutare, di chiedere a chi ne sa più di voi oppure inizialmente aiutandovi con qualche applicazione sullo smartphone (come Biotiful, È verde) o ancor meglio direttamente col Biodizionario, via via che acquisite dimestichezza nel tempo.

 

06) Qual è la marca che hai bandito dal tuo bagno?

Il grande bandito (in entrambe le accezioni del termine, sia bandito participio passato di bandire, che bandito sostantivo! 🙂 ) è Nivea, saranno almeno 10-12 anni che non entra niente di questo marchio nel mio bagno per fortuna! Le loro creme sono completamente vuote, prive di attivi, piene zeppe di riempitivi per occupare volume senza svolgere alcuna funzione sulla pelle, praticamente un concentrato di siliconi e petrolatum.
Poi dopo la scandalosa storia della causa a Neve Cosmetics, che è un brand di un certo tipo, che per scelta non impiega Siliconi, Petrolati, Parabeni e Conservanti nei propri prodotti, oltre a seguire l’etica Cruelty Free, a porre una certa attenzione nella scelta degli ingredienti da utilizzare e ad essere una eccellenza italiana, espressione del Made in Italy, non vi nascondo che ho maturato una forte antipatia nei confronti di questa multinazionale tedesca.
Una storia già vista, il gigante che si mette a tu per tu con un bimbo, però ricordate alla fine chi l’ha spuntata tra Davide e Golia vero?! 😉 Il colmo è che Nivea accampa diritti etimologici su tutto ciò che abbia a che fare con la parola “neve”, peccato che il tedesco non abbia origine Neolatina, bensì derivi dal ceppo Anglo-Sassone! Ma vabbè finiamola qui, devo smettere di arrabbiarmi..

Voi piuttosto cosa ne pensate?! Sarei felice che mi diceste la vostra in merito!

 

07) Quando di inci ne sapevi poco o nulla, hai mai fatto qualcosa di cui ti sei pentita?

Si ho usato per anni lo shampoo Elvive Nutri Gloss effetto seta, ricordate?! Quello a cui la raggiante Laetitia Casta faceva la pubblicità, che terminava con un primo piano della famosa modella che sospirarava: “Glossy glossy”. Ecco se adesso riguardo l’INCI di quel prodotto quasi quasi rischio l’infarto.

 

08) Quali sono i pregi e le soddisfazioni del passare ai prodotti bio?

Per rispondere a questo quesito vi racconto due episodi che mi sono accaduti proprio nella settimana scorsa..

Entrare da Kiko e sentirsi dire: “Che bella pelle che hai! Sembra quasi che tu non indossi niente per quanto è naturale, quale fondotinta usi dei nostri?!”
Avevo bisogno di piccoli strass colorati e sapevo che da kiko li avevano messi in super offerta, erano almeno tre anni che non entravo in negozi di questo tipo, mi faccio coraggio ed entro, mi dirigo direttamente dalla commessa e le chiedo se ne avessero ancora e lei se ne esce con la frase riportata sopra.. Dopo un grande imbarazzo le dico che non uso fondotinta Kiko e che utilizzo esclusivamente prodotti naturali, biologici e/o con buon I.N.C.I. E lei mi ha chiesto che le consigliassi un paio di marche di fondotinta di quelle che piacciono a me, roba da matti! 😆 Da non credere!!!

Entrare in una profumeria in cerca di ciglia finte a ciuffetti e sentirsi dire: “Ma scherzi?! Perché le vuoi?! Hai delle ciglia bellissime di tuo, non ti servono!!!”
La commessa mi voleva dissuadere dall’acquisto, contro il suo stesso interesse! E considerare che indossavo un mascara con buon INCI e si sa che i mascara EcoBio hanno una resa molto meno scenica rispetto ai tradizionali siliconici!
Però evidentemente applicare il gel per ciglia di Sante durante la notte le rafforza e le protegge e poi un mascara bio durante il giorno che continua a nutrirle, ha dato i suoi effetti! 😉

 

09) Hai mai “spignattato”?

Anche se spignattare è una parola grossa, di tanto in tanto mi diletto a pasticciare qualcosa.. Ad esempio vi ho raccontato come faccio il mio scrub labbra, ve ne ho parlato qui GOLOSO SCRUB LABBRA NATALIZIO HOMEMADE, e come realizzo i miei eyeliner in gel colorati, qui EYELINER IN GEL ECOBIO HOME MADE

 

10) Controlli sempre l’inci dei prodotti che acquisti? Prima o dopo averli acquistati?

Controllo sempre l’INCI di un prodotto che acquisto e lo faccio ovviamente prima di acquistarlo. Sono un consumatore molto deciso e autodisciplinato, generalmente quando parto da casa so già cosa voglio acquistare, per cui ho già controllato l’INCI e fatto le mie valutazioni quando varco la soglia della bioprofumeria.
Ma può capitare a volte che uno venga attratto da un prodotto mentre si è lì, in quel caso leggo l’INCI direttamente in negozio e valuto se può fare al caso mio o meno. Può succedere che a volte nella lista compaia qualche ingrediente che non conosco, in quel caso se ho connessione faccio le opportune ricerche in rete, altrimenti lo lascio in negozio, mi documento ed eventualmente ritorno a prendere il prodotto in questione!
Sono troppo pesante ragazze?! Non lo so! Fatemi sapere voi!
Io preferisco definirmi scrupolosa! 

 

11) Sei disposta a pagare di più per un prodotto bio? E perché?

Per una qualità maggiore son disposta a spendere di più. Anche se in campo bio, come nella cosmesi tradizionale, ci sono prodotti e prodotti. Ad esempio ci sono creme più essenziali e creme più strutturate (con molti attivi all’interno), è ovvio che se decido di acquistare un prodotto base voglio che il prezzo sia commisurato alle contenute caratteristiche che offre, mentre se ne scelgo uno di livello sono disposta ad investirci qualcosa in più dello standard! 😉 

 

12) Credi che questa del bio sia una moda passeggera o che le cose possano davvero cambiare?

Io credo fermamente che il consumatore, oggi più che mai, non sia stupido e in giro noto che c’è sempre più consapevolezza dei prodotti che decidiamo di acquistare, sia per ciò che riguarda l’alimentazione, i prodotti per la pulizia della casa, quelli che applichiamo sulla nostra pelle e sui capelli.. E questo è indubbiamente un bene!
Io che sono dentro al mondo del bio da circa sei anni, non ho motivo di credere che questo processo di acquisizione di consapevolezza sia semplicemente una moda o che debba necessariamente subire un involuzione! Quindi credo che la situazione possa cambiare!

 

13) Influenzi famigliari o amici nell’acquisto di prodotti bio?

Si, la mia sfera di influenza coinvolge sicuramente mia madre, mio padre, il mio compagno ed alcune amiche particolarmente recettive, anche se non vi nascondo che la diffidenza nei confronti di questo universo alternativo è ancora molto radicata!
Comunque credo che per attuare un PASSAGGIO COMPLETO ALL’ECOBIO sia necessaria una GRANDE MOTIVAZIONE! E questa è una scelta molto personale, per cui non trovo che sia giusto sindacare sulle scelte altrui, né in un senso né nell’altro!

Sottintendo che non sono un integralista del bio, rispetto tutte le scelte e non giudico nessuno, ma non chiedetemi di accompagnarvi da Kiko per scegliere il colore giusto di fondotinta o di correttore, perché io non ci verrò, è più forte di me! 😆
Questo messaggio è rivolto ad alcune delle mie amiche che me lo chiedono abitualmente e ripetutamente, se mi state leggendo ve lo ribadisco anche qui! 😉

 

14) La tua scelta bio si estende anche al make up?

Certamente! Il mio make up deve essere interamente bio o naturale, tuttalpiù posso allargarmi anche a prodotti con INCI accettabili, ma coi tradizionali prodotti siliconici non voglio avere più niente a che fare!

 

15) Cosa vorresti trovare nella tua bio profumeria ideale?

Ci vorrei trovare tutti i miei brand preferiti! ❤ Cerco di farvi un elenco più conciso possibile: Alkemilla, Argan Italia, Bioearth, Biofficina Toscana, Biovera, Biobj, Couleur Caramel, Domus Olea, Green Energy Organics, Green Natural, Kosmetika, Lady Lya Biologica, Lavera, Lily Lolo, Natura Equa, Neve Cosmetics, Phitofilos, Sante e So Bio Etic.
Ma sono sicura che qualcuno possa esser rimasto fuori inavvertitamente dalla lista!

E questo è tutto..

 

Non è obbligatorio neanche taggare altre Blogger per invitarle a partecipare al tag, però io sono curiosa di leggere cosa ne pensano alcune ragazze: Alessia di Blog Effetto Bio, Alessia di I love capelli ricci, Debora di Paranoidebs, Francesca di Trucco… senza inganno, Serena di Occhi di gatto e Tenebrika di Tenebrika Beauty.
Ma consideratevi tutte taggate, anzi se rispondete a questo tag (o se lo avete già fatto) avvisatemi con un commentino qui sotto! 😉 Che li leggo tutti con molto piacere! 😆

Se volete seguirmi anche sulla mia pagina facebook, dove pubblico tutti i miei articoli e altre cosine vi lascio il link:

https://www.facebook.com/mercurymakeup14?ref=hl

Ciao! ..e al prossimo post!

Annunci

21 pensieri su “Tag: QUANTO CONTA L’INCI?

    • GRAZIE Alessia!
      Son d’accordo con te! La costanza è fondamentale specialmente al momento del passaggio al Bio, ma se si insiste i risultati arrivano e ne varrà la pena di averli attesi! 😉
      Grazie per avermi lasciato il link al tuo, lo leggo proprio volentieri! 😆

  1. Adesso capisco la tua risposta quando ti ho raccontato quello che mi aveva detto la mia dermatologa sul bio! Nel tuo caso ciò che non ha avuto nessun effetto è stato proprio il seguire le cure mediche “tradizionali” (che poi io sono sempre molto restia all’utilizzo del cortisone, ho dovuto usarlo anch’io per una banale otite e a volte mi sembra che i medici lo prescrivano con troppa leggerezza). Al di là del fatto che l’efficacia di un prodotto su una persona e su un’altra è sempre molto soggettiva, è stato bellissimo leggere la tua esperienza, e credo che dopo aver letto le prime righe del post dove racconti la tua storia nessuno penserà che sei pesante o “fissata”! Anzi, hai lottato e non ti sei arresa e oggi solo tu sai quanto ti sia costato avere una bella pelle. Grazie davvero per aver condiviso questa tua esperienza con noi, più ti conosco e più mi sembri una ragazza davvero fantastica! :*

    • Innanzitutto Marian mi sento di ringraziarti per l’intensità delle tue parole, credo proprio che si tratti del commento più profondo che mi sia mai stato scritto! ❤
      Ebbene sì! Riportare la pelle del mio viso ad uno stato quasi (e sottolineo quasi) ottimale non è stato affatto facile, è stato il frutto di un lungo processo fatto di continui "aggiustamenti" mirati a ciò che la mia pelle richiedeva in un momento e ciò di cui necessitava il giorno seguente! Basato su una osservazione attenta della mia pelle, delle sue reazioni e dei messaggi che mi mandava! 😉
      Vuoi sapere qual è il mio più grande segreto?!
      PS: Quando ho letto il messaggio in cui mi riportavi il discorso della tua dermatologa: "IL BIO VA BENE PER PELLI NORMALI, SENZA PARTICOLARI PROBLEMATICHE", non ti nascondo che un sorriso le sue parole me lo hanno strappato! 😀 😉

      • ahahhahah me lo immagino! E ti dirò, sono passate quasi tre settimane e non sto vedendo dei cambiamenti eclatanti per la verità, ma porterò il trattamento che mi ha prescritto fino alla fine perché non dica che non ho seguito alla lettera le sue indicazioni! Mi fa tanto piacere che tu abbia apprezzato il mio commento, mi è venuto davvero dal cuore dopo aver letto il tuo post! Ti capisco perché anch’io lotto da anni con una pelle sempre con imperfezioni e chissà se risolverò mai questo problema! Mi fa tanto piacere che tu ce l’abbia fatta e che tu riceva anche dei complimenti dopo tanti momenti di sconforto :* Un bacione tesoro!

      • Brava Marian! Continua in modo scrupoloso fino alla fine il trattamento che ti ha consigliato, in questo modo se si rivelerà inefficace, non potrai rimproverarti nulla!
        Ti auguro davvero di risolvere il tuo problema di pelle! 😉
        Grazie di cuore! Dopo aver sofferto tanto per una pelle che mi ha creato non poco imbarazzo per più di 7 mesi, non ha prezzo sentirsi apprezzare per la propria pelle! 🙄 ❤
        Un bacione anche a te! E ricordati di tenermi aggiornata sugli sviluppi della cura che stai facendo! 🙂

  2. Super interessante la tua storia! È sempre bello per me confrontarmi su questi temi e ti ringrazio di aver partecipato! Mi hai molto incuriosito parlando del Lash Balm, sto cercando di far crescere le sopracciglia e mi aiuto con l’olio di ricino, ma anche una chicca del genere non guasterebbe! E mi hai fatto troppo ridere con la storia di Kiko, ha dell’incredibile! XD

    • Grazie 1000 Sue! 😀
      Anche l’olio di ricino va benissimo per rafforzare ciglia e sopracciglia! Comunque a breve farò la review del Lash Balm, in cui farò il confronto fotografico tra prima e dopo! Se ti interessa rimani nei paraggi! 🙂 😉
      Son contenta di averti strappato una risata!.. è stata una situazione troppo assurda! ❗
      Ps: ma sei Cosmetic Mind l’ideatrice del tag?! ❓

      • Rieccomi qui! c:
        Molto molto bene, potrebbe tornarmi molto utile, sono molto curiosa e resterò nei paraggi molto volentieri, ancora grazie! 🙂

      • Grazie a te! E se crei altri tag sull’EcoBio io sono sempre disponibile! Mi fa sempre piacere dire la mia su questo tema! 😀
        Ciao, alla prossima! ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...