SPUGNA NATURALE – KALYMNOS

Buon pomeriggio ragazze!

Con oggi riprendo a parlare di un argomento a me molto caro: la detersione. :mrgreen: E non lo farò iniziando dai detergenti che uso per il viso bensì da un accessorio che sto utilizzando da quasi un anno quotidianamente: la spugna naturale.
Se ricordate la scorsa estate sono stata in vacanza nell’arcipelago del Dodecaneso a Kalymnos, che è proprio l’isola delle spugne perché quella della loro raccolta e lavorazione è una tradizione radicata da oltre 500 anni nella cultura di questa isoletta greca.

IMG-20150625-WA0020

Sul web noto che negli ultimi anni sono molto in voga le Konjac Sponge, che vengono dal Giappone e sono ricavate da una pianta perenne originaria dell’Asia, l’Amorphophallus Konjac, per cui adatte anche alle amiche vegane.
Ma ci tengo a ricordarvi che esiste un’alternativa tutta nostrana alle famosissime Konjac, che proviene proprio dal mare di casa nostra: la Spugna Naturale. Oltretutto tra le spugne marine quelle del Mediterraneo sono le migliori a livello qualitativo, anche in confronto a quelle caraibiche, le più note e vendute in tutto il mondo, che comunque tendono a sbriciolarsi dopo qualche anno di utilizzo.

Per completezza di informazione ci tengo a specificare che le spugne non sono esseri appartenenti al mondo vegetale marino bensì a quello animale, esattamente come i coralli, per cui se siete vegane questo genere di prodotto non fa per voi.

Le spugne sono considerate sia eco-compatibili che sostenibili in quanto, una volta individuata la colonia di spugne, i pescatori si immergono per effettuare la raccolta avendo cura di tagliare la spugna e di non strapparla dal fondale, per non rovinarne la radice che ne consente la ricrescita. Mantenendo intatta la base della spugna, queste ricresceranno in pochi anni, spesso più grandi e forti di quelle pescate, infatti alcuni studi che sono stati effettuati dimostrano che una pesca corretta permette di incrementare la densità delle spugne marine

collage

Acquistai questa due spugne, insieme a molte altre di cui vi avevo parlato qui BIO-ACQUISTI SKIN CARE IN GRECIA parte 2, nel negozio del signor Nicholas, che si occupa personalmente della scelta al ritorno dei pescatori e anche direttamente della lavorazione delle stesse.

spugna naturale sbiancata

Per la detersione quotidiana uso una spugna naturale sbiancata, che ha dei forellini piccolissimi all’interno ma al tempo stesso è anche molto densa. Il processo dello sbiancamento è una fase di lavorazione che in effetti ne indebolisce la struttura, conferendo alla spugna una vita media più breve, ma la rende anche molto più morbida e delicata sulla pelle, per questo motivo le sbiancate sono le migliori per il viso. 

Considerando che sto utilizzando questa spugna naturale, mattina e sera, da giugno 2015 non posso che constatare che ha un ottima resistenza, non si è sbriciolata, ne rotta, ne macchiata.

Struccarsi con lei è davvero molto piacevole, praticamente una coccola per il viso per la sua sofficità, oltre che molto efficace in quanto il fatto che sia così piccolina la rende perfetta per togliere il make up, perché mi permette di arrivare agevolmente in ogni punto del volto perfino nei meno accessibili, come gli angoletti del naso e le parti rientranti individuate dall’arcata sopraccigliare e il lato del naso.

Passando alle solite tre domande…
La ricomprerei?! ASSOLUTAMENTE ! Anzi dato che tra un mese tornerò di nuovo in Grecia, quasi quasi ci faccio un pensierino! 😆
A chi consiglio la spugna naturale sbiancata?! A tutte le ragazze che vogliono prendersi cura di sé con un gesto quotidiano che consente di ottenere una pulizia più approfondita della propria pelle di quella che si ha lavando il proprio viso semplicemente con le mani e più delicata ma ugualmente efficace di quella che si avrebbe utilizzando un dispositivo elettrico simil Clarisonic. E data la sua morbidezza estrema la consiglio anche a chi ha una pelle sensibile.
VOTO: 9

La spugna bruna è un pochino più ruvida e porosa, quindi la utilizzo per rimuovere le maschere purificanti e per inumidirle una volta applicate in caso tendano ad asciugarsi prima che sia trascorso il tempo minimo di posa, perché le maschere non devono mai asciugarsi sul viso per nessuna ragione. 😉

Temevo che usandola per questo scopo mi si sarebbe rovinata velocemente, in quanto credevo che si sciacquasse male dalla maschera e che il composto andasse pian piano ad otturarne le porosità interne causandone il deterioramento e invece non è stato così perché si sciacqua benissimo.
Questa spugna naturale sembra nuovanonostante la abbia utilizzata almeno due o tre volte al mese da giugno 2015 è esattamente come era al momento dell’acquisto. Credo che sia praticamente indistruttibile!

Le spugne naturali brune sono le più resistenti, anche perché non hanno dovuto subire il processo di sbiancamento, sono molto più longeve e se tenute bene possono durare anche 20 anni, ma sono leggermente più scabre e irregolari in superficie e questo le rende ahimè meno morbide e delicate.

Per questo motivo non potrei utilizzarla quotidianamente due volte al giorno sul mio viso, perché ho una pelle molto sensibile di suo, ma tale caratteristica la rende perfetta per rimuovere le maschere.
Da quando ce l’ho togliere le maschere trattanti è diventato molto più agevole: inizio tamponando sullo strato esterno del composto la spugnetta ben strizzata e inumidita con acqua tiepida, poi quando lo strato si è ammorbidito lo asporto facilmente con movimenti orizzontali partendo dal centro del viso verso l’esterno.
Trovo che questo sia il metodo meno aggressivo che abbia trovato per rimuovere una maschera dal mio viso suscettibile!

Passando alle tre domande…
La ricomprerei? ! Anche se in caso continuasse così, credo che mi basterà per tutta la vita! 😆
A chi consiglio la spugna naturale bruna? A tutte le ragazze con una pelle mista/grassa che vogliono migliorare la grana della propria pelle, perché trovo che abbia un leggero effetto levigante se usata con continuità,
ma non la consiglio alle ragazze con la pelle sensibile per la detersione quotidiana, perché alla lunga potrebbe contribuire ad irritare. Mentre come spugna per la rimozione delle maschere è perfetta per ogni tipo di pelle, anzi ve la iperconsiglio! 😉
VOTO: 8 e 1/2

Le spugne naturali non richiedono una gran “manutenzione” anche se delle piccole accortezze per mantenerle in condizioni ottimali il più a lungo possibile ci sono: semplicemente sciacquare bene con acqua corrente da tutti i residui di sapone dopo ogni utilizzo e ovviamente lasciarla asciugare all’aria! 😉

Come vi anticipavo ho preso queste spugnette a Pothia, il capoluogo di Kalymnos, nel negozio del signor Nickolas di cui ovviamente non ricordo il nome a distanza di un anno, ma se capitate sull’isola basta che fate riferimento alla “fabbrica delle spugne” e i locali capiranno immediatamente a cosa vi riferite, inoltre saranno ben felici di indicarvi la via, sono un popolo davvero accogliente e che ricordo con affetto! ❤
Infine andando a ricordo mi sembra di aver pagato la spugna naturale sbiancata € 0,50 l’una e la spugna bruna € 1,50 sempre se la memoria non mi inganna.

Fatemi sapere come vi trovate con le spugnette per la detersione del viso in generale o con quella che state utilizzando adesso se preferite!

Infine se vi piace seguirmi, potete farlo anche sulla mia pagina facebook, dove pubblico tutti i miei articoli e tante altre cosine, vi lascio il link:

https://www.facebook.com/mercurymakeup14?fref=ts

Ciao! ..e al prossimo post!

Annunci

13 pensieri su “SPUGNA NATURALE – KALYMNOS

  1. 😍😍😍 Io sto usando sia la Konjac che la Fine Dama con cui mi trovo benissimo. Acquistare una spugna naturale su posto però non ha prezzo.

    Andrò anch’io in Grecia a maggio e chissà che non mi imbatta in qualcuno che le venda. 😃

    • Infatti Francy, non credevo fosse così neanche io prima di avere una piacevole e costruttiva conversazione col signor Nickolas! Mi ha proprio aperto un mondo! 😀 Poi ho approfondito l’argomento per conto mio ed ho avuto conferma che è realmente così!! :mrgreen:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...