FINITI DI GIUGNO – SPECIALE DOPOSOLE

Buon pomeriggio ragazze!

Oggi vi parlo dei prodotti che ho terminato nel mese di giugno e allo stesso tempo proseguo con la rubrica dedicata ai solari. :mrgreen: Visto che il mood estivo ultimamente dilaga sul web non voglio certo rinunciare a dare il mio contributo! 😆 😉

Per cui dato che finora vi ho raccontato le mie impressioni sui prodotti per proteggere la pelle dal sole, adesso voglio passare a quelli per l’idratazione post esposizione solare e lo farò parlandovi dei doposole che ho utilizzato a maggio a Kerkira e che ho continuato ad usare fino all’ultima goccia una volta tornata a casa. Ma prevedo che presto arriverà anche un altro articolo simile che avrà come protagonisti un’altra coppia di doposole perché ultimamente ne sto smaltendo davvero un sacco😉
Neanche bevessi doposole anziché acqua minerale! 😆
Per cui se vi interessa il tema, continuate a tenere d’occhio il blog! 😉

Trattandosi di un articolo del tipo “Prodotti finiti del mese di..” è come al solito una via di mezzo tra un post “chiacchiericcio”, in cui vi racconto la mia esperienza con i prodotti che ho provato ultimamente, e una review vera e propria!
Inizio subito col dirvi che in un doposole ricerco principalmente due funzioni: idratante e lenitiva, per cui nel post vi racconterò come si comportano entrambi i prodotti in relazione a questi due aspetti.

I due cosmetici oggetto delle mini-recensioni flash di oggi sono:

  • il Latte DoposoleCocco e Monoi” di Alkemilla (1),
  • e il Latte Doposole alla Calendula di Fitocose (2). 

Vi lascio anche una foto dei due prodotti applicati sulla mano in modo da farvi percepire meglio la consistenza, che è abbastanza densa e burrosa per il Latte Doposole “Cocco e Monoi” Alkemilla (1), mentre è molto fluida quasi liquida per il Latte Doposole alla Calendula Fitocose (2).

 

Latte Doposole “Cocco e Monoi” – Alkemilla

Si tratta di un doposole Vegan Ok e testato ai metalli pesanti, quali Nickel, Cromo e Cobalto, che non contiene siliconi, petrolati, parabeni, PEG, EDTA, SLS, Propylen GlicoleBHT e BHA.
La confezione racchiude 200 ml di prodotto con 12 mesi di PAO, che io ho acquistato da Helianthus, in centro a Firenze, lo scorso agosto per € 11,80.

Questo latte cocco e monoi è un composto bianco candido dalla consistenza molto densa e una meravigliosa profumazione di monoi. Non si stende con velocità e bisogna insistere un po’ per farlo assorbire, se non si massaggia a lungo lascia un po’ di residuo in superficie, ma alla fine la pelle lo assorbe e rimane idratata per alcune ore, circa 4-5 dall’applicazione in media.
In relazione ai due aspetti che ricerco in un doposole il LatteCocco e Monoi” di Alkemilla assolve abbastanza bene alla funzione lenitiva, alleviando piuttosto velocemente gli arrossamenti dovuti all’esposizione, ma non altrettanto bene a quella idratante, purtroppo non di rado mi è successo di doverla riapplicare nel giro di qualche ora dall’applicazione precedente, perché avvertivo quella fastidiosa sensazione di “pelle che tira”. 😦

Passiamo poi alla sua formulazione, con relativa analisi come da Biodizionario o altra fonte di equivalente attendibilità (Promiseland, CosIng)..
Ingredienti: ●●Aqua, ●●Caprylic/Capric Triglyceride, Ethylhexyl Palmitate, Propanediol, ●●Cetearyl Alcohol, ●●Sorbitan Olivate, ●●Cetearyl Glucoside, ●●Myristyl Lactate, ●●Cocos Nucifera Oil, ●●Prunus Amygdalus Dulcis Oil, ●●Theobroma Cacao Seed Butter, ●●Aloe Barbadensis Extract*, ●●Cocos Nucifera Fruit Extract, ●●Juglans Regia Seedcoat Extract, ●●Lawsonia Inermis Extract, ●●Linum Usitatissimum Seed Extract*, ●●Malva Sylvestris Extract*, ●●Althea Officinalis Root Extract*, ●●Brassica Campestris Sterols, ●●Tocopherol, ●●Ascorbyl Palmitate, Alcohol Denat., Benzyl Alcohol, ●●Ethylhexylglycerin, Myristyl Myristate, Phenethyl Alcohol, Glycerin, Sodium Benzoate, Parfum, Cetyl Palmitate, Xanthan Gum, Sorbitan Palmitate, Lactic Acid, Amyl Cinnamal, Linalool, Hexyl Cinnamal, Tetrasodium Glutamate Diacetate, Lecithin, Sodium Cetearyl Sulfate, Hydroxycitronellal, Butylphenyl Methylpropional, Geraniol, Citric Acid.
*da agricoltura biologica

Mi piace molto la scelta degli estratti vegetali adottati in questa formulazione: il succo di aloe biologico (Aloe Barbadensis Extract) idratante e lenitivo; l’estratto di cocco (Cocos Nucifera Fruit Extract) calmante; l’estratto di mallo di noce (Juglans Regia Seedcoat Extract), coadiuvante dell’abbronzatura; l’estratto di henné (Lawsonia Inermis Extract), fissativo dell’abbronzatura; l’estratto di semi di lino biologico (Linum Usitatissimum Seed Extract), idratante e restitutivo; l’estratto di malva biologico (Malva Sylvestris Extract), sfiammante e protettivo; l’estratto di altea biologico (Althea Officinalis Root Extract), disarrossante e protettivo.

Gradisco anche la presenza di oli e burri emolienti come l’olio di cocco (Cocos Nucifera Oil), l’olio di mandorle dolci (Prunus Amygdalus Dulcis Oil), il burro di cacao (Theobroma Cacao Seed Butter) e l’olio di colza (Brassica Campestris Sterols); ma proprio non posso accettate la presenza di alcool (Alcohol Denat.) in un doposole. 😳 In un prodotto che è concepito per essere applicato dopo l’esposizione al sole, condizione che già di per sé sollecita e mette a dura prova la pelle, il fatto di andare ad applicare poi un’emulsione contenente alcool, che è un ingrediente per sua natura potenzialmente irritante, può esacerbare ancora di più lo stress a cui la pelle è stata sottoposta durante il giorno anziché aiutarla a ritemprarsi nelle ore notturne.

La presenza di alcool non è mai una buona cosa per nessun tipo di pelle, soprattutto e a maggior ragione per le pelli sensibili e francamente non capisco che necessità ci sia di inserirla in una formulazione che dovrebbe avere un effetto calmante.

A chi lo consiglierei?! Non lo consiglio, perché non trovo idoneo l’impiego di alcol in un prodotto doposole.
Lo ricomprerei?! No, perché non fornisce alla mia pelle un carico di idratazione sufficientemente duraturo e non lo trovo pratico da applicare.
VOTO: 5

 

Latte Doposole alla Calendula – Fitocose

Si tratta di un doposole Vegan Ok, con certificato di conformità Codice verde Fitocose CV 817, costituito al 99,8% da ingredienti naturali o di origine naturale e al 52,5% da ingredienti da agricoltura biologica.
La confezione
 contiene 150 ml di prodotto con 4 mesi di PAO, che io ho acquistato da Anthea, a San Giovanni, per € 9,90 lo scorso settembre ma che ho iniziato ad usare solo a maggio di questo anno, perché avevo già l’altro di Alkemilla aperto.

Questo latte alla calendula è un fluido di color crema aranciato dalla consistenza quasi liquida e un profumo delicato di calendula. Si stende con gran facilità e velocemente, non fa affatto scia bianca e la mia pelle secca lo assorbe subito, anzi se lo beve letteralmente tutto d’un sorso 😆 rimanendo idratata per molte ore, fino a 1012 ore dall’applicazione.
In relazione ai due aspetti che ricerco in un doposole il Latte alla Calendula di Fitocose si comporta egregiamente, sia dal punto di vista lenitivo, riuscendo a placare molto velocemente gli arrossamenti causati dall’esposizione solare prolungata, che da quello relativo allidratazione, poiché mantiene la mia pelle perfettamente idratata per almeno mezza giornata.

Ed ecco la sua formulazione, con relativa analisi come da Biodizionario o altra fonte di equivalente attendibilità (Promiseland, CosIng)..
Ingredienti: ●●Aqua, ●●Aloe Barbadensis Gel*, ●●Squalane, ●●Coco Caprylate, ●●
Helianthus Annuus Seed Oil*, ●●Glycerin*, ●●Calendula Officinalis Extract*, ●●Butyrospermum Parkji Butter*, ●●Cetearyl Alcohol, Sodium Stearoyl Glutamate, ●●Sodium PCA, ●●Glyceryl Stearate Citrate, Capryloyl Glycine, ●●Bisabolol, ●●Beta Carotene, ●●Xanthan Gum, ●●Acacia Senegal Gum, Sodium Dehydroacetate, ●●Citric Acid, ●●Rosmarinus Officinalis Extract, Brassica Napus Seed Oil, Sodium Phytate, Profumo**, Limonene**, Linalool**, Geraniol**, Citronellol**, Coumarin**.
*da agricoltura biologica
**da oli essenziali naturali

Questa formulazione è davvero molto semplice, quasi essenziale direi, ma al tempo stesso è efficace e vi assicuro che nel mio caso non è affar semplice trovare qualcosa che soddisfi a pieno la mia pellaccia secca e dispettosa!

Ho trovato interessante l’abbinamento di tre ingredienti naturali: gel d’aloe vera biologico (Aloe Barbadensis Gel), estratto di calendula biologico (Calendula Officinalis Extract) ed estratto di rosmarino (Rosmarinus Officinalis Extract), la cui combinazione conferisce alla emulsione un carattere protettivo e riparatore, ma anche particolarmente sfiammante e molto rinfrescante. A potenziare il tutto c’è anche il bisabololo (Bisabolol), ottenuto per distillazione dell’olio essenziale di camomilla, che presenta un buon effetto calmante sugli arrossamenti.

In terza posizione troviamo lo Squalane, che in questo caso non ha origine animale bensì vegetale, nello specifico ricavato da olio di oliva. Questa sostanza è prodotta anche dall’organismo umano stesso ed è uno dei componenti principali del sebo, per cui naturalmente lo squalane svolge un’azione protettiva della cute rigenerando il film lipidico che impedisce l’aggressione da parte degli agenti esterni e riducendo l’evaporazione d’acqua dagli strati epidermici più profondi.

Contiene inoltre sostanze naturali emolienti come l’olio di girasole biologico (Helianthus Annuus Seed Oil), il burro di karitè biologico (Butyrospermum Parkji Butter) e l’olio di colza (Brassica Napus Seed Oil) che insieme nutrono e restituiscono generosamente idratazione e morbidezza alla pelle. Infine a metà I.N.C.I. troviamo anche un ingrediente prezioso per l’abbronzatura: il Beta Carotene che oltre ad essere un potente antiossidante è anche un efficace alleato per proteggere e riparare la pelle dai danni causati dalle radiazioni ultraviolette durante l’esposizione nelle ore diurne.

A chi lo consiglierei?! Lo consiglio a tutti ed in particolar modo a chi ha una pelle con esigenze di idrazione particolarmente elevate.
Lo ricomprerei?! Certamente! 😆 Anzi a dir la verità ho già acquistato la versione menta e camomilla sempre di Fitocose, la base è esattamente la stessa, cambiano solo alcuni estratti e la profumazione.
VOTO: 8 e 1/2

E questo è tutto..

Come al solito fatemi sapere se conoscete già questi due prodotti e cosa ne pensate!

Se volete seguirmi anche sulla mia pagina facebook, dove pubblico tutti i miei articoli e altre cosine vi lascio il link:

https://www.facebook.com/mercurymakeup14?ref=hl

Ciao! ..e al prossimo post!

Annunci

9 pensieri su “FINITI DI GIUGNO – SPECIALE DOPOSOLE

  1. Mannaggia, avevo buone aspettative sulla versione cocco e monoi il cui profumo sto già sentendo trasportata con un cocktail con tanto di ombrellino….Non che io sia assidua frequentatrice delle spiagge ma una crema idratante così profumata d’estate l’avrei voluta provare 😦

    • A chi lo dici cara!!! 😉 Pure io ero stata rapita da quel fantastico odorino di monoi che sprizza estate da tutti i pori! 😆
      E un po’ per questo motivo, un po’ per la presenza di estratto di mallo di noce ed estratto di henné (che favoriscono e fissano l’abbronzatura) avevo deciso di soprassedere sul fatto che contenesse alcool, ma in alcuni casi ahimè tale presenza purtroppo si è fatta sentire eccome! 😦
      Vabbè vorrà dire che ripiegherò sull’alternativa di Fitocose: il Latte Doposole al Mallo noce ed Hennè, rinunciando alla tanto amata fragranza di monoi! :mrgreen:

      • Ebbene si! 😀 Credo che sia un detto universalmente applicabile a tutti gli ambiti della vita!!!! 😆
        Bisogna fare delle scelte e seguire gli aspetti che per noi hanno priorità più alta!!! 😉
        E te quale doposole Ecobio utilizzi?!

    • Sia stando sdraiati al sole che sotto l’ombrellone, il sole lo prendiamo comunque!!! :mrgreen: Non è certo uno strato di tessuto che riesce a schermarci da raggi UVA ed UVB!!! 😆
      Vedi Kate più che la posizione da cui ci esponiamo al sole (ombrellone o meno), il problema è il fatto che questa emulsione contenga alcool! 😦

  2. […] Promosso o bocciato?! Ahimè bocciato!😦 Cosa non mi ha convinto di lui?! Non si stende con velocità ed è un po’ pastoso, nonostante ciò non riesce a mantenere la pelle idratata a lungo, comunque ciò che mi ha convinto meno è che contiene alcool. La presenza di alcool non è mai una buona cosa per nessun tipo di pelle, a maggior ragione per le pelli sensibili come la mia, soprattutto se questa sostanza potenzialmente irritante è inserita in una formulazione di un prodotto concepito per l’applicazione dopo l’esposizione solare, che già di per sé è una condizione che mette a dura prova la pelle. Voto: 5 Review: la trovate nel post FINITI DI GIUGNO – SPECIALE DOPOSOLE […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...