EVENTO ARTES QUAERO

Buon pomeriggio ragazze!

Oggi voglio parlarvi di un evento ideato da Artes Quaero e ospitato da Anthea a cui ho avuto l’immenso piacere di partecipare sabato scorso. È stato un pomeriggio talmente particolare che ne è valsa davvero la pena prenderne parte e partire da Firenze per raggiungere Anthea, che è una bioprofumeria in provincia di Arezzo, per l’esattezza a San Giovanni Valdarno.

Se mi seguite da un po’ di tempo avrete notato che non è la prima volta che mi sposto nell’hinterland fiorentino per partecipare a degli eventi e questo perché purtroppo a Firenze non vengono organizzati mai eventi così interessanti in campo BIO, in cui è possibile conoscere direttamente le aziende e parlare con le persone che creano i prodotti e danno vita alle linee di un brand, per cui mi sposto con piacere quando ce n’è la possibilità. 😉

Ma bando alle ciance.. Vi starete chiedendo cos’è Artes Quaero?!
Artes Quaero è una realtà artigianale dell’appennino tosco-emiliano, che si occupa di formulare e realizzare cosmesi naturale e biologica a Km 0 e lo fa nell’ottica della ricerca del bello, tema tipicamente rinascimentale ed è proprio in questa chiave che Artes Quaero vuole esaltare il Made in Italy e restituirgli un valore commisurato alla nostra tradizione. Ma questo lo saprete già perché ve ne avevo parlato in un articolo qualche mese fa, in cui vi raccontavo le mie impressioni su una loro crema viso che avevo provato: CREMA UVA E ROSA MOSQUETA – ARTES QUAERO.

A questo punto vi starete chiedendo in cosa consistesse l’evento e se state pensando ad una banale presentazione dei prodotti del brand state sottovalutando Artes Quaero, che invece ha avuto un idea molto più originale delle solite. Quale?! Quella di farci conoscere alcuni dei loro prodotti attraverso una particolarissima arte del massaggio: il kobido, che se avete avuto modo di provare anche una sola volta nella vita, non riuscirete più a farne a meno. 😆

Se invece non la conoscete ancora cercherò di raccontarvi qualcosa io… :mrgreen:
Il Ko Bi Do è una antichissima tecnica manuale giapponese che dona un effetto lifting a viso, collo e decolté visibile già dopo la prima seduta, ma che non si limita semplicemente ad influire sull’aspetto estetico, bensì anche sulla mente della persona incrementandone il benessere in generale.

Si tratta di una tecnica molto consolidata, nata in Cina più di 7000 anni fa e sviluppata poi in Giappone, in cui veniva impiegata inizialmente sui Samurai prima delle battaglie, perché era un trattamento in grado di conferire un grande equilibrio tra corpo e mente, cosa che da un punto di vista psicologico destabilizzava molto l’avversario. Dal momento in cui notarono che questa pratica aveva effetti anche sulle rughe, iniziarono ad utilizzarlo per volere dell’Imperatrice stessa anche come massaggio anti-età per la famiglia imperiale.
In Italia è stato introdotta da una signora di Roma che ne ha creato persino una scuola, l’unica ufficiale nel nostro paese ed esistono pochissimi professionisti realmente abilitati e qualificati per somministrarla.

Il Kobibo è una tecnica che migliora l’idratazione e l’elasticità della pelle, riducendo le rughe senza dover ricorrere ad interventi chirurgici invasivi e dolorosi, inoltre è un trattamento che migliora l’ossigenazione della pelle, stimola il microcircolo, aiuta il drenaggio linfatico, favorisce l’eliminazione delle cellule morte, riduce le rughe esistenti e ne previene la formazione di nuove, inoltre minimizza la stanchezza e lo stress.

Il Kobido è un trattamento adatto a tutti i tipi di pelle in quanto il protocollo moderno prevede l’impiego di un latte detergente, un tonico e una crema viso che ad ogni modo vengono scelti in base alle necessità della pelle (grassa, normale o secca) e determina infine una completa pulizia della pelle.

E adesso vi racconto la mia esperienza..

picsart_01-31-04-02-27

Innanzitutto entrare nel locale che Arianna e Sauro, i titolari di Anthea, avevano adibito momentaneamente a stanzetta Kobido era già di suo una esperienza sensoriale.. La luce, soffusa della lampada di Selenite, i profumi, dei singolari profumatori ambiente Artes Quaero, e la musica, distensiva e conciliante, creavano un insieme davvero suggestivo, che determinava proprio le condizioni perfette per staccare con la quotidianità e rilassarsi.
Appena entrati in questo ambiente così accogliente, si poteva lasciare le proprie cose per poi adagiarsi su un lettino molto comodo in posizione supina con le ginocchia leggermente alzate da un apposito cuscino cilindrico e avvolti in una soffice e calda copertina.
Il massaggio vero e proprio ha interessato per la maggior parte del tempo il viso ed è durato circa 20-30 minuti, ma non saprei dirvi di preciso perché ci si dimentica persino dell’esistenza dell’orologio, figuratevi se si guarda; ad ogni modo inizia con la detersione per cui il trucco al primo passaggio se ne va col latte detergente alla camomilla ed iperico. Dopodiché il massaggio e le frizioni proseguono con l’ausilio di un tonico (uva e bardana) e una crema (nel mio caso uva e acido ialuronico).

Io ho avuto il piacere di ricevere il massaggio da Armando, il signore che vedete sulla sinistra alle mie spalle in questa foto che ha pubblicato Anthea domenica scorsa e posso assicurarvi che ha davvero delle mani d’oro, perché è riuscito a polverizzare tutto lo stress che avevo accumulato ultimamente facendolo svanire in una manciata di secondi. Infatti nella foto, fatta dopo il massaggio kobido, sembro “drogata” da quanto mi sentivo rilassata, la sensazione che ho avuto subito dopo è come se fossi stata dentro ad una bolla, al momento che si scende dal lettino ci si sente come la sabbia, che non ha forma propria, come dire… sciolti, oltre che in pace col mondo.

Armando e Cristiano (a destra nella foto) sono due bravissimi professionisti del kobido, ma non sono solo questo, sono anche i fondatori di Artes Quaero – Artigiani dello Stile, insomma le due persone che gli hanno dato vita.
Ed io sono rimasta profondamente colpita dal loro mondo e da questa arte dalle proprietà benefiche su mente e corpo, che ha veramente del magico e credo proprio che se ne avrò modo in futuro ripeterò senza dubbio altre applicazioni di kobido per la profonda serenità mentale che mi ha donato oltre che per l’aspetto estetico.

Torno ad aggiornare il post in quanto ho partecipato di nuovo alla giornata kobido da Anthea del 4 marzo e in questa seconda applicazione ho avuto occasione di sperimentare la seduta completa della durata di ben 70 minuti. Ovviamente è inutile dirvi che la sensazione effetto bolla e relax profondo è risultata ancor più amplificata rispetto alla volta precedente! ❤ E devo anche confessarvi che la sensazione di benessere è perdurata più a lungo nella settimana successiva rispetto alla scorsa applicazione. 😀

Stavolta mi sono comportata da “blogger diligente” 😀 e ho fatto una foto prima di recarmi all’evento e una subito dopo i 70 minuti di massaggio kobido e come potete vedere dalla immagine di confronto qui sopra la pelle appare più luminosa (a parità di fondotinta applicato), i volumi del viso più scolpiti e tonici (sebbene non abbia effettuato contouring in nessuna delle due foto) e le rughette d’espressione meno evidenti. 😉
Ad ogni modo su volti maggiormente segnati dallo scorrere del tempo del mio, ho notato che si vede una differenza molto più marcata tra prima e dopo

E questo era il mio post racconto dell’evento Kobido di Artes Quaero da Anthea di sabato scorso..
Spero che vi abbia incuriosito almeno un po’ su questa tecnica ancora poco conosciuta in Italia!
Ah dimenticavo.. Fatemi sapere se conoscevate questo brand! :mrgreen:

Infine vi ricordo che, se volete seguirmi anche sulla mia pagina facebook, dove pubblico tutti i miei articoli e altre cosine, questo è il link a cui mettere il “like“:

https://www.facebook.com/mercurymakeup14?ref=hl

Ciao! ..e al prossimo post!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...